Rapporto della commissione Condon: gli UFO non esistono

di Marina Commenta

Il rapporto della commissione Condon si traduceva in 1.465 pagine dense di grafici, dati, fotografie e considerazioni cui avevano contribuito trentasei studiosi con le loro analisi e spiegazioni.

Era costato più di mezzo milione di dollari. Fu esaminato e approvato dall’Accdemia nazionale delle Scienze e ne scrisse l’introduzione Walter Sullivan, autorevole redattore del New York Times. Elogiò la pubblicaione definendola uno “studio scientifico”, ma ben poche persone andarono oltre le prime pagine.

I più ne lessero solamente le sezioni  “Conclusioni e suggerimenti” e “Riassunto del rapporto”. Cosa ne emergeva? Che lo studio degli UFO in ventun anni non era stato che un inutile costo per il governo dal quale non erano uscite informazioni utili dal punto di vista del progresso scientifico.

Cosa volessero dire tali affermazioni personalmente non l’ho capito. Il rapporto non avrebbe dovuto portare a questo, ma ad una conclusione: l’esistenza o meno di altre creature in altri luoghi dello spazio infinito.

Data la natura del rapporto i giornali dell’epoca uscirono con titoli che affermavano l’inesistenza degli UFO e degli alieni e li definivano un “bidone“. Se da una parte Condon sosteneva che l’aeronautica militare aveva trattenuto notizie solamente per non divulgare incertezze e fino a che nn avrebbero avuto risposte certe dall’altra gli ufologi sostenevano che era stata invece una politica del tutto diversa a farli agire in quel modo.

All’uscita del rapporto Condon venne fatto circolare anche un altro documento, redatto da David R. Saunders, allontanato dal progetto dallo stesso Condon, il titolo era assai chiarificatore: UFO? Sì! Dove il Comitato Condon ha sbagliato.

Il dibattito non era finito, anzi. Il rapporto Condon apriva nuovi e tali interrogativi da risultare un nuovo punto di partenza quando invece avrebbe voluto concludere la vicenda. Sanders ed altri critici ne sottolinearono le pecche in maniera molto pesante sostenendo che Condon aveva solamente scritto i propri preconcetti e non il riassunto delle vere conclusioni. (continua)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>