Osso del Drago, il mistero del Duomo di Modena

di Malvi Commenta

Il Duomo di Modena ospita l’osso del Drago, legato da sempre a misteriose leggende che si sono tramandate di anno in anno. L’oggetto si trova sulla Porta Regia, ossia sul lato meridionale del duomo, dietro alla statua di San Geminiano. E’ dunque facilmente visibile e meta di curiosi che giungono sul posto per scrutarlo, fantasticando sulla sua provenienza.

osso drago

L’osso di Drago è ben visibile: basta affacciarsi su Piazza Grande che ospota il Duomo e guardare verso Nord. Tutti potranno allora vedere questo oggetto di cui si sono avute le prime notizie ad inizio del Cinquecento. La tradizione dice che l’osso di Drago sia stato ritrovato durante alcuni scavi effettuati appunto nella zona del Duomo.

 CHATEAU DE NOISY, IL CASTELLO ABBANDONATO PIÙ MISTERIOSO DEL MONDO

All’epoca si credeva che da un osso sotterrato si potesse evocare l’essere a cui quell’osso apparteneva, ovvero il drago. Ed è per questo motivo che, al momento della scoperta, il misterioso cimelio venne posto presso la Porta Regia e al suo fianco venne posizionata la statua di San Geminiano. La scelta di mettere una statua al fianco dell’osso non fu casuale. Un’altra credenza voleva infatti che le statue dei santi non fossero solo dei monumenti ma avessero anche la capacità di fungere da tramite tra il fedele e il santo.

IL CASTELLO DELLA ROTTA, UN LUOGO INFESTATO DAI FANTASMI

Ecco allora che per secoli si è pensato che la statua di San Geminiano avrebbe dovuto proteggere i modenesi dal potere dell’osso di drago. Negli anni l’osso del Drago è rimasto uno dei misteri più forti nella città di Modena.

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>