Naga – creatura mitologica Induista

di Morgana Commenta

I Naga sono creature con busto umano e coda di serpente presenti nella mitologia induista vedica e nella tradizione orale del V millennio a.C. La parola Naga viene dal sanscrito: “nag” significa “serpente”, questa razza antica fa parte della cultura popolare di prevalenza indù e buddhista, in particolare nel Sud dell´India, dove si dice che diano la fertilità ai fedeli, inoltre sono considerati i servi di Varuna, dio vedico delle tempeste.

Manasa: dea Naga della fertilità idolatrata in India, garantiscei la protezione dal veleno dei serpenti.

Vasuki: il fratello di Manasa.

Mucalinda: re che protesse il Buddha dalle intemperie per sette giorni e sette notti durante la sua meditazione sotto l´albero di Bodhi

Sesha: secondo il Mahabharata è il capostipite delle Naga

I Naga discendevano da Kadru, moglie di Kashyapa, le persone del posto pensano che queste creature vivano nel Patala, il settimo regno degli Inferi un’area infernale disseminata di fastose dimore e abitata da bellissime donne e che siano nemici dei garuda, delle aquile celestiali.

I Krishna li considerano una razza maledetta tanto da volerli annientare, i Naga nella mitologia indiana e indonesiana si presentano come esseri benevoli e di bellissimo aspetto, specialmente le femmine hanno una bellezza smisurata e vengono chiamate Nagi o Nagin.

I Naga sono considerati spiriti della natura, protettrici di fonti, pozzi, fiumi, portatori di piogge, coloro che danno prosperità ai terreni. colpivano solo chi le contrariava danneggiando l´ambiente mandano la pioggia nei periodi di siccità. Talvolta però questi esseri sono anche associati a grandi catastrofi naturali quali alluvioni e tempeste.

Una leggenda dice che fossero riuscite a rubare una coppa della vita agli dei e che fossero in grado di dispensare l´eterna giovinezza.
Per i malesi sono serpenti a più teste, a Laos sono considerati come enormi serpenti acquatici , in Thailandia e Giava sono divinità della prosperità dalla forma più umanoide e dotata di braccia.

Oggi ci sono molte culture che sostengono di discendere dai Naga: i cambogiani, secondo la leggenda una principessa Naga che sposò il re dell´Antica Cambogia che diede vita al popolo cambogiano.

La città indiana del Nagpur deriva da Nagapura, la leggendaria città delle Naga e nel Nord-Est dell´India, esiste lo stato del Nagaland, abitato dai Naga i quali si ritenevano diretti discendenti dei Naga mitologici. Il popolo è caratterizzato dalla bellicosità e dal secco rifiuto di ogni contaminazione religiosa, ma sembra che la religione cristiana insediatasi mano a mano nel luogo stia mitigando questa condizione, spingendoli a rinunciare alla loro cultura tribale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>