La leggenda della Signora Strega, I PARTE

di Anna Fraddosio Commenta

Le vecchie leggende hanno sempre il loro fascino ed oggi insieme ne conosceremo una di origine irlandese tratta dal libro“Antiche leggende, Incantesimi e Fate della vecchia Irlanda” di Francesca Speranza Wilde. La leggenda si intitola “La signora Strega” e narra, come potete immaginare, di una donna bella e ricca le cui fortune si pensa arrivino da un patto fatto con il maligno ma scopriamo insieme questa storia.


La leggenda inizia come le classiche storie che ci venivano raccontate da bambini:

C’era una volta, tanti anni fa, una donna che viveva nella contea di Joyce, ella era temuta dal tutto il vicinato perché possedeva tanto di quel denaro di ignota provenienza; alla sua casa arrivano sempre i cibi e le bevande migliori, sopratutto di notte. E quando la gente le chiedeva come avesse tutto quello ella rideva e diceva: “Ho pagato per avere questo” e non aggiungeva altro. Così si sparse la voce tra la gente la diceria che ella si fosse venduta l’anima al Maligno e da quel patto potesse ottenere tutto quello che desiderava. Ella veniva chiamata la “Signora Strega”.

La Signora Strega non usciva mai se non chè di notte con un frustino ed una briglia in mano; spesso di notte si udiva il suono di un cavallo a galoppo lungo le strade accanto alla sua casa. Così si incominciò a sussurrare tra la gente del popolo una strana storia: che, se un giovane uomo beveva il suo vino spagnolo a cena ed il seguito andava a dormire, ella gli gettava addosso la briglia e lo trasformava in un cavallo, cavalcandolo per tutto il paese; e tutto ciò che toccava con il frustino diveniva suo. Selvaggina, burro, vini, dolci appena sfornati, non aveva che da desiderarli e venivano trasportati da mani di spiriti alla sua casa e deposti in dispensa.

Quando, poi, la corsa terminava ed ella aveva ottenuto abbastanza di ciò che voleva, toglieva al giovane la briglia ed egli riprendeva la sua forma umana e cadeva addormento fino al giorno seguente in cui non ricordava nulla di quanto era accaduto durante la notte trascorsa. La Signora Strega allora lo invita a ritornare per bere nuovamente i suoi vini spagnoli.

Fu così per lungo tempo fin quando un giovane uomo apparso da poco in città decise, curioso, di vedere se la storia che si raccontava fosse vera.

Continua…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>