John F. Kennedy è morto dopo aver richiesto dei file UFO

di Morgana Commenta

Oggi voglio parlare di Ufo e del legame con il presidente John F. Kennedy. Di seguito troverete due documenti segreti rilasciati da poco dalla CIA che sono stati pubblicati sul quotidiano on-line dailymail.

Attenzione, perché una lettera scritta da John F. Kennedy al direttore della CIA ci dimostra che 10 giorni prima di venire ucciso, il presidente aveva chiesto di rendere pubblici i documenti riservati sugli UFO.

I due documenti scritti da JFK, chiedevano informazioni sul paranormale il 12 novembre 1963. I documenti in questione sono stati rilasciati dalla CIA e dati allo scrittore Lester William, sotto il Freedom of Information Act (atto legislativo degli Stati Uniti, che garantisce la libertà di accesso ad informazioni governative, in una certa misura) , mentre faceva ricerche per il suo libro ‘ The Celebration of Freedom: JFK e la nuova frontiera ‘.

Il Presidente era molto incuriosito dagli UFO, ed il fatto che abbia fatto delle richieste alla CIA 10 giorni prima di morire ha fatto scatenare numerose teorie cospirative sul suo omicidio.

Alcuni ricercatori hanno reso noto che i documenti che sono stati rilasciati, parlano della possibilità che il presidente sia stato assassinato per non fargli scoprire la verità sugli UFO.
Nella prima nota, JFK ha scritto al direttore della CIA per chiedere i documenti sugli UFO.

Nella seconda comunicazione, indirizzata all’amministratore della NASA, il presidente ha espresso il suo desiderio di collaborare con l’ex Unione Sovietica in attività spaziali.

William Lester ha detto che l’interesse di JFK per gli UFO sarebbe stato alimentato dalle preoccupazioni per i rapporti con l’Unione Sovietica.

Una delle sue preoccupazioni era che molti di questi UFO venivano visti in Unione Sovietica come motivo di aggressione, ed era preoccupato che i sovietici potrebbero fraintendere la presenza degli UFO e ritenerla come motivo di sospetta invasione da pare degli Stati Uniti, credendo quindi che fosse la nostra tecnologia. Penso che questo sia uno dei motivi per cui voleva mettere le mani su queste informazioni e lo fanno fuori dalla giurisdizione della NASA per poter dire ai sovietici: “Guardate, che non siamo noi, non stiamo facendo nulla, noi non volgiamo provocare nessuno

Il documento, si dice essere stato inviato da qualcuno della CIA per posta al cacciatore di UFO Timothi Cooper nel 1999, ipotesi ovviamente mai confermata.

La cosa strana è che in una nota inviata con il documento, la persona riferisce di aver lavorato per la CIA tra il 1960 e il 1974, e di aver salvato il memorandum dal fuoco, quando l’agenzia stava bruciando i file più compromettenti.

Il memorandum, contiene un riferimento al nome ‘Lancer’ , che era il nome in codice dato al servizio segreto di JFK.

Nella prima pagina, il direttore della CIA ha scritto:

Come forse saprete, Lancer ha fatto alcune domande sulle nostre attività e non possiamo permetterlo. Si prega di inviare il vostro punto di vista fino ad ottobre. La sua azione in questo caso è fondamentale per la continuità del gruppo.

Robert Wood, un investigatore UFO, ha testato il ruolo del memorandum, in base all’età di inchiostro, filigrane, e via dicendo.

Ho assunto una società legale di esaminare la vecchia vernice e altre cose, utilizzando le stesse tecniche che usa in un tribunale.

Il sito che ha pubblicato la storia non ha reso noto quali siano i risultati del test.

Fonte | Segnidalcielo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>