L’incatesimo delle sirene, leggenda

di Anna Fraddosio Commenta

Ho sempre amato le leggende che parlano di amori tanto invidiati da volerli dividere, leggende che parlano di creature meravigliose ma invidiose del mondo umano, per questo miei cari lettori, oggi vorrei riportarvi una storia che lessi tempo fa. La storia narra di due giovani innamorati che vengono separati dall’invidia delle creature del mondo magico.

C’era una volta una coppia che viveva sulla nostra penisola, i loro nomi erano Rosa e Giuseppe, Giuseppe era un pescatore e viaggiava spesso per mare, ciò però non gli aveva mai impedito di tornare a casa la sera dalla sua innamorata, fino a quando un giorno, senza un apparente motivo, Giuseppe al tramontar del sole non tornò. Così Rosa, preoccupata uscì a cercarlo, lo cercò ovunque, in ogni pezzo di costa e spiaggia, ma affacciatasi ad un dirupo cadde sfortunatamente in mare. Mentre la giovane fanciulla combatteva per la sua vita, sentì delle voci strane e melodiose che si avvicinavano a lei; erano delle sirene.

Rosa pensò che presto sarebbe stata finalmente salva, ed invece, le sirene, gelose del suo amore con Giuseppe e invaghite di lui, la tramutarono in sirena. Per Rosa fu l’inferno, la sua vita da sirena era triste e in solitudine, e gli mancava tanto il suo innamorato. Inoltre le sirene che l’avevano trasformata gli avevano dato un orribile corpo, e non la smettevano di prenderla in giro.

L’unica cosa che consolava le giornate di Rosa era il canto, e la voce melodiosa che aveva ottenuto diventando sirena. Così la fanciulla cantava giorno e notte, facendo invidia alle altre sirene, che per ripicca le lanciarono una nuova maledizione; ogni volta che cantava, il suo corpo diventava più animale e meno umano. Rosa afflitta da questa nuova maledizione pensò che forse era meglio per lei diventare completamente pesce in modo tale che da animale non avrebbe più avuto la coscienza, e non avrebbe più sofferto come soffriva. Così cantò notte e giorno.

Un giorno però, su una barca vide Giuseppe, il suo innamorato, che perso su un’isola aveva trovato un tesoro nascosto, e tornato a casa non avendovi trovato la sua innamorata aveva deciso di donare tutto quell’oro a dei marinai. Rosa ormai quasi pesce, lo invocò a gran voce. Giuseppe riconobbe gli occhi della sua innamorata, e con Rosa decise che avrebbe dato tutto il tesoro alle sirena in cambio di Rosa. Le sirene accettarono, ormai stanche e rassegnate di non poter avere il cuore di Giuseppe. Rosa ritornò a casa completamente umana, ma la sua voce melodiosa rimase per sempre. Rosa e Giuseppe vissero felici e contenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>