Il Castello della Rotta, un luogo infestato dai fantasmi

di Malvi Commenta

Il Castello della Rotta è noto perché si dice sia infestato da fantasmi e entità astratte. Costruito in epoca medievale, questa struttura sorge nel comune di Moncalieri, in provincia di Torino, ed è ancora luogo di visite da parte di curiosi. La strada per raggiungere questo edificio è già di per sé abbastanza paurosa: si raggiunge il Castello della Rotta attraverso un sentiero sterrato.

Ad inizio Novecento, il Castello della Rotta cominciò ad essere identificato come un luogo infestato dai fantasmi. In stato di abbandono, ormai non più curato da nessuno, questo luogo cominciò ad assumere un aspetto spettrale. Anche la solitaria ubicazione ha fatto il suo: isolato dal resto del mondo, un po’ in collina con niente intorno, il Castello della Rotta è stato oggetto delle più disparate teorie che volevano questo luogo infestato dalle più strane presenze.

LUOGHI MISTERIOSI IN ITALIA: CASTELLI INFESTATI E LEGGENDE

Le più antiche leggende hanno affermato, negli anni, che all’interno di questo edificio si sarebbero manifestate strane presenze: un cavaliere armato sul suo cavallo, un sacerdote criminale ma anche un corteo rituale di ecclesiastici che farebbe capolino ogni anno, in data 14 giugno. E ancora, all’interno del Castello della Rotta, si sarebbe manifestata la figura di una nobile suicida, un’anziana tata colpevole di avere fatto sparire un bambino, un cardinale seduto e intento a leggere un libro ed un uomo vestito di nero che ritorna nel luogo della propria morte per rievocarne gli attimi immediatamente precedenti. Insomma un luogo decisamente poco “sicuro”.

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>