Fate del fuoco, le Fiammelle

di Morgana Commenta

Oggi torniamo a parlare di Fate del fuoco e più esattamente delle meravigliose Fiammelle. Le fate fiammelle vivono nei fuochi e sono divise in due tipologie di esseri, poiché il fuoco non è della stessa natura. Dopo le Fate dell’aria, delle fate dell’acqua e delle Fate della terra, ecco le bellissime Fate del Fuoco.

Il fuoco “buono”, quello amato dalle Fate Fiammelle, è quello che riscalda, quello attorno al quale si balla durante una feste, quello che serve per cucinare , ma purtroppo esiste un altro tipo di fuoco che a volte sfugge al controllo delle fate: è il distruttivo fuoco degli incendi.

Le fate hanno l’arduo compito di combattere questa forma di energia negativa, cercando di proteggere la natura e gli animali dalla sua furia .

Le Fate Fiammelle, per ordine della Fata del Fuoco, hanno donato all’uomo il fuoco primordiale, con la promessa di gestirlo in modo responsabile, ma come era ovvio non sempre la promessa è stata mantenuta.

Così come per le altre fate, quando si incontra una Fata Fiammella bisogna prestare molta attenzione ed è necessario mostrare loro gratitudine e rivolgersi con modi gentili, poiché se si arrabbiano scatenano una terribile furia, famosa come la furia delle delle Fate Fiammelle.

Senza queste splendide fate Fiammelle, il fuoco non potrebbe esistere, infatti è grazie a loro che si origina la scintilla che diventerà poi il fuoco. Il loro aiuto può essere richiesto, ma bisogna fare attenzione, poiché potrebbe essere maldestro, perché la Fiammella più leggera può dare origine a un fuoco tremendo, fuori dal suo controllo, anche perché esse non comprendono quasi totalmente il risultato delle loro azioni.

Loro si presentano come delle scintille, o piccole palle di fuoco, ma sono anche in grado di cambiare le loro dimensioni a piacimento, in natura, si possono trovare anche sotto forma di lucertola dove rimangono inerti vicino alla fonte di calore.

Fonte | Mondosegreto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>