Catarismo, accenni di storia

di Morgana Commenta

Oggi voglio tornare a parlarvi del catarismo (Catari) un movimento cristiano con particolarità che lo distinguono dal cattolicesimo.

I Catari credono nell’esistenza di due Divinità, uno malvagio che è attribuibile a Satana, falso, crudele, e l’altro Buono, Santo, Giusto.

Il mondo materiale è opera del Dio cattivo, mentre il creatore di ciò che è eterno e della Gerusalemme Celeste, è il Dio Buono.

I Catari erano convinti che a scrivere il Vecchio Testamento fosse stato Satana; per loro Abramo, era una figura diabolica e tutte le cose materiali che si vedono sulla terra vengono da Satana.

I Catari non sono da considerare eretici, per esempio, San Bernardo diceva di loro:”Nessun sermone è più cristiano dei loro e la loro morale è pura”.

I Catari erano in possesso di qualcosa potesse mettere in discussione il cattolicesimo ed ovviamente la Chiesa Cattolica doveva fare di tutto per impossessarsene e l’unica possibile era il loro sterminio. In quel periodo il movimento cataro era molto radicato nella Linguadoca. Nel 1208 in Linguadoca venne assassinato uno dei legati pontifici e Papa Innocenzo III bandì una Crociata contro l’eresia.

Nel 1244 cadde l’ultima fortezza, Montségur che si triva a 40 Km da Rennes-le-Château. Loro si erano erano stabiliti nella fortezza nel 1208, e la Fortezza di Montségur ha una particolarità, ossia che durante il solstizio d’estate, i primi raggi del sole attraversano il loggione da parte a parte. Per molti è la prova di un culto solare.

Nel gennaio del 1244 due catari, Mattheus e Pierre Bonnet, lasciarono la fortezza per nascondere il loro tesoro, ma il 13 marzo dello stesso anno 3 “parfaits” Amiel Aicard, Hugo e Poiterin ed un “credente”, lasciarono la fortezza mettendo in pericolo la vita di tutti gli altri, portando via qualcosa di legato alla loro religione.

Pierre-Roger Mirepoix renderà noto agli Inquisitori che i tre erano fuggiti in modo tale che la Chiesa degli eretici non perdesse il tesoro. Pierre-Roger Mirepoix era molto legato alla sovranità merovingia. I Crociati non la trovarono mai il tesoro, perchè era stata portata via quel famoso 13 marzo 1244, ma il loro segreto lo conoscevano anche i Templari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>