Avvistamenti Ufo, a Segrate il Meeting Internazionale di Esobiologia

di Malvi Commenta

Gli avvistamenti Ufo e tutto quello che gira intorno a questo delicato tema che da sempre movimenta i dibattiti saranno al centro del Meeting Internazionale di Esobiologia che si terrà il 27 e il 28 settembre a Segrate, in provincia di Milano. Due giorni di seminari e discussioni sull’esistenza degli alieni con materiale inedito e testimonianze dirette che potranno essere utili per alimentare la discussione.

Gli alieni esistono? Quante volte ci si è posti questa domanda senza tuttavia avere risposte precise. C’è chi crede fermamente che forme di vita aliene possano esistere e c’è chi, nel corso dei decenni, ha sempre rimandato queste teorie al mittente giustificando la propria posizione con il fatto che gli avvistamenti Ufo sono spesso frutto dell’immaginazione e non di una reale condizione che si verifica. Nel Meeting Internazionale di Esobiologia si affronterà anche questo tema, quello cioè che da sempre porta le persone a dividersi in due blocchi ben contrapposti in merito al tema degli avvistamenti Ufo.

GLI AVVISTAMENTI UFO PIU’ IMPORTANTI DELLA STORIA

Intanto sabato 27 settembre sarà dato ampio spazio allo scrittore Peter Robbins, che per 25 anni ha studiato i retroscena dell’incidente di Rendlesham Forest che ad oggi viene ancora considerato il caso ufologico più clamoroso mai accaduto in Inghilterra. Domenica sarà invece la volta di Roberto Pinotti, segretario del Cun, che farà il punto sulla prima audizione pubblica realtiva al tema degli avvistamenti Ufo che si è tenuta a Washington alla presenza di ex membri del Congresso Americano.

Il Meeting Internazionale di Esobiologia si terrà presso l’Auditorium Verdi di via XXV Aprile a Segrate. L’ingresso è libero per tutti coloro che vorranno partecipare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>