Avvistamenti di serpenti marini, dal Santa Clara in poi

di Marina 1

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, periodo nel quale le navi erano troppo preoccupate a controllare i nemici piuttosto che le profondità marine di mostri e serpenti giganteschi non si ebbe notizia.

Dal 1947 in poi però gli avvistamenti ricominciarono e ad aprire la fila fu il piroscafo Santa Clara della Grace Lines. Era poco prima di mezzogiorno del 30 dicembre e l’imbarcazione navigava nelle calme acque del North Carolina, a 118 miglia dalla costa quando a soli novanta centimetri dalla prua emerse la testa dell’enorme serpente marino.

Lo videro molto chiaramente i tre ufficiali della Santa Clara, sostennero che era enorme, con la pelle scuro. Non erano i primi a testimoniare la presenza di mostri simili nel mare.

Rimanevano però solo i racconti di chi l’aveva visto. Questo fino all’inizio del 1965 quando successe un fatto che ne diede prove concrete. Robert Le Serrec era andato a fare un giro in barca con la moglie, i figli ed un amico vicino alle coste del Quuensland, in Australia.

Fu la donna per prima a vedere qualcosa nell’acqua bassa. L’amico di Le Serrec pensò al primo momento, che si trattasse di un tronco d’albero, poi capì che si trattava di un animale. Si avvicinarono e videro un grandissimo serpente marino che sembrava ferito.

Dato che i bambini erano molto spaventati tornarono a riva a lasciarli e poi di nuovo in mare per vedere il mostro. I due uomini decisero di tuffarsi per vedere meglio l’animale che, con una lunga ferita sul dorso, sembrava immobile.

L’acqua era molto torbida e dovetterer avvicinarsi a circa due metri per poterlo vedere. Stimarono fosse lungo dai 22 ai 24 metri con mascelle di un metro e mezzo. Le Serrec lo filmò e nel mentre il serpente gigantesco aprì gli occhi e guardò i due uomini con aria minacciosa.

Fecero altre fotografie e poi risalirono, qunado tornarono a guardare il mostro se n’era andato. La moglie di Serrac lo aveva visto allontanarsi. L’uomo diffuse la storia nel febbraio del ’65. Le foto parevano originali, ma il film troppo sfuocato per essere utilizzabile.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>