Ancora boati misteriosi in Val Lapisana

di Morgana Commenta

E’ da mesi oramai che gli abitanti di Val Lapisina non riescono a dormire a causa dei continui boati e la diga di Bastia non centra nulla e nemmeno il lago di Santa Croce, né le 7 centrali idroelettriche né le montagne tutto intorno ai paesini.

La gente è stata allertata la Protezione civile, il Sindaco di Vittorio Veneto si è allarmato, ed è stata costituita una task forse in Regione Veneto, ed il centro di ricerche sismologiche è sceso in campo.

Il Gazzettino on line di Treviso riportando la notizia che i boati si sono sentiti anche in Alpago ha intitolato il gazzettino del 30 gennaio: “I fenomeni si sentono anche in Alpago: ieri scoppio nella zona di Santa Croce”. … Ma non era lontano dalla zona dei boati?

Il Centro di ricerche sismologiche di Trieste e Udine ha installato tra la Val Lapisina e Alpago cinque sismografi che andranno a verificare l’intensità dell’attività sismica.

Il terremoto è stata l’ipotesi esclusa, nonostante la zona ad elevato rischio sismico, difatti fino a qualche giorno si riteneva che l’attività sismica non potesse causare boati di quella natura … ma in queste ore se ne ritorna a parlare poiché i sismografi hanno registrato dei piccoli terremoti.

Paolo Comelli, Direttore del centro di ricerche, dice che si tratta di masse rocciose poco profonde in uno stato di tensione che fratturandosi e liberando energia, producono rumori.

Gli esperti della regione Veneto e del centro di ricerche sismologiche hanno escluso, con una ispezione in elicottero che non ci possano essere frane collegabili con i boati.
Qualcuno, in paese a Fadalto, sembra non essere d’accordo anzi dice che una frana ogni tanto si muove, la chiamano la Croda Liscia, e ci sono fessure larghe un metro.

Nessuna delle ipotesi è attestata da fatti scientifiche si continuano a supporre tante cose, si da la colpa alle piogge, la natura carsica delle montagne e piogge potrebbero aver causato sbalzi di pressione nelle cavità.

Si da la colpa anche alle acque sotterranee, si dice che siano echi di qualche esplosione sotterranea, o di esercitazioni militari. Intanto i boati sono diminuiti. Bah, speriamo solamente di non avere la sorpresa stile Dante’s Peak o la rivelazione di essere sopra la porta dell’inferno!!! Il mistero rimane!

fonte Gialli.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>